Palestra per la corsa.

L'importanza del potenziamento e dello stretching
Avatar utente
salvassa
Top Runner
Top Runner
Messaggi: 5955
Iscritto il: gio 17 mar 2016, 20:50

Re: Palestra per la corsa.

Messaggio da salvassa » gio 9 set 2021, 22:50

lucaliffo ha scritto:
gaeshipag ha scritto:
gio 9 set 2021, 15:50
Mi sono incuriosito e sono andato a vedere i pam di un corto veloce di 5 km del 24 Marzo e li ho confrontati con i pam del 5000 di Domenica:
Corto Veloce 24/03: 206x1.23 ritmo 03:57
5000 in pista: 195x1.43 ritmo 03:35
Ora, sono diminuiti i pam di 11 ed è aumentata l'ampiezza di 20 cm, supponendo che questi numeri siano più o meno precisi, sembra che con il miglioramento della prestazione sia migliorata anche l'efficienza della falcata(che comunque è scarsa).
Speriamo che tra altri 5-6 mesi arrivo a 184x1.63 a ritmo 03:20 :hihihi:
interessante caso clinico: abbandonando la palestra aumenti l´ampiezza :)
Oppure, ma so che è in parte anche una tua tesi, va più forte allora migliora l'ampiezza... Che è diverso dal dire va più forte perché migliora l'ampiezza ImmagineImmagine
PB: 5k 19'33 (passaggio test in pista 05/12/2020) 10k 39'42" (test in pista 05/12/2020) 21k 1h24'51" (Foligno 17/10/2021) 42k 3h24.43 (Berlino 2019)
Squat 145 Panca 100 Stacco 185

lucaliffo
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 22039
Iscritto il: mar 10 feb 2015, 15:10

Re: Palestra per la corsa.

Messaggio da lucaliffo » gio 9 set 2021, 23:40

salvassa ha scritto:
gio 9 set 2021, 22:50
lucaliffo ha scritto:
gaeshipag ha scritto:
gio 9 set 2021, 15:50
Mi sono incuriosito e sono andato a vedere i pam di un corto veloce di 5 km del 24 Marzo e li ho confrontati con i pam del 5000 di Domenica:
Corto Veloce 24/03: 206x1.23 ritmo 03:57
5000 in pista: 195x1.43 ritmo 03:35
Ora, sono diminuiti i pam di 11 ed è aumentata l'ampiezza di 20 cm, supponendo che questi numeri siano più o meno precisi, sembra che con il miglioramento della prestazione sia migliorata anche l'efficienza della falcata(che comunque è scarsa).
Speriamo che tra altri 5-6 mesi arrivo a 184x1.63 a ritmo 03:20 :hihihi:
interessante caso clinico: abbandonando la palestra aumenti l´ampiezza :)
Oppure, ma so che è in parte anche una tua tesi, va più forte allora migliora l'ampiezza... Che è diverso dal dire va più forte perché migliora l'ampiezza ImmagineImmagine
contemporaneamente é diminuita la frequenza aumentando la velocitá. quindi nel suo caso semplicemente con la corsa (causa) la tecnica da stranissima é diventata piú normale (effetto). il corpo inconsciamente sta trovando la miscela piú conveniente dei parametri meccanici.
allenatore, personal trainer

http://ilcorsarotraining.blogspot.com.br/

zazs
Juniores
Juniores
Messaggi: 846
Iscritto il: mar 2 giu 2020, 14:11

Re: Palestra per la corsa.

Messaggio da zazs » ven 10 set 2021, 5:56

Le puoi fare dopo la corsetta di riscaldamento prima dei lavori
Immagino che molte volte non ti fermi proprio riscaldamento ripetute recupero jog e defa tutta una tirata senza mai fermarsi
Poi la corsa balzata si puo fare anche rapida, ed è molto meno stancante, ti da reattivita
10 min di skip A e B, skip monogamba, calciata, ruotata, doppio impulso me la chiami pliolmetria per uno che fa 185 kg di stacco ;-) ?
A stento ne faccio 80 di stacco e per me sono come poco piu di un allungo queste andature
Non stiamo mica barlando di balzi monogamba o di pistol squat o di scissor squat jump

Sarebbe piu semplice dire, non la faccio perche non sono abituata a farla, come tutte le cose nuove costa fatica e non mi va di farla
Lavorandoci ho guadagnato circa 7cm di ampiezza (salite, plio, tecnica, attenzione a come corro) altro che 2mm
400 53”90
800 2’03”44

Avatar utente
salvassa
Top Runner
Top Runner
Messaggi: 5955
Iscritto il: gio 17 mar 2016, 20:50

Re: Palestra per la corsa.

Messaggio da salvassa » ven 10 set 2021, 6:03


zazs ha scritto:Le puoi fare dopo la corsetta di riscaldamento prima dei lavori
Già lo facciamo. Lo ha già scritto Luc.
andature ne facciamo da sempre prima dei lavori.
sprint in salita ne facciamo da sempre e da qualche mese pure da 200m, con okkio all´ampiezza.
Cmq è pliometria per difenizione. Leggi buzz e bompa.

Poi può essere più o meno intensa. Non discuto (appena torno a casa metto la scala e certi drills non sono nemmeno tanto in basso)

PB: 5k 19'33 (passaggio test in pista 05/12/2020) 10k 39'42" (test in pista 05/12/2020) 21k 1h24'51" (Foligno 17/10/2021) 42k 3h24.43 (Berlino 2019)
Squat 145 Panca 100 Stacco 185

chippz
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 15386
Iscritto il: mer 11 feb 2015, 17:52

Re: Palestra per la corsa.

Messaggio da chippz » ven 10 set 2021, 7:35

Io avevo scritto così perché conoscendo gli allenamenti di luc sapevo che faceva già fare a salvassa delle andature prima dei lavori e il circuito stretching giornaliero, alias il massimo a livello tecnico che un amatore fondista ha bisogno di fare: aggiungere altro tempo per ste cose vorrebbe dire toglierlo alla corsa.

Però poi zasz parli di dover fare pure palestra improntsta sulla potenza (che, rispetto al tentare 1rm a 200 kg é sicuramente meglio lato running, ma non esiste solo quel tipo di metodo) e dici di pensare a correre "meglio" anche a costo di rallentare un po all'inizio. E questo per me vuol dire sottrarre tempo alla corsa. Mica deve preparare un 800m.
Credo che sia tutto questione di livello. Più migliorerà più correrà in maniera efficiente. :)
1h26' / 37':40" / 17':39" / 10':22" / 5':06" / 4':44" / 3':00" / 2':16" / 1':00"
Watt: CP 319 / 20' 318 / 10' 344 / 5' 379 / 3' 423 / 2' 448 / 1' 549 / 30" 676 / max 1052

Avatar utente
gaeshipag
Juniores
Juniores
Messaggi: 720
Iscritto il: mer 18 nov 2020, 9:22

Re: Palestra per la corsa.

Messaggio da gaeshipag » ven 10 set 2021, 8:27

lucaliffo ha scritto:
gio 9 set 2021, 23:40
salvassa ha scritto:
gio 9 set 2021, 22:50
lucaliffo ha scritto:
interessante caso clinico: abbandonando la palestra aumenti l´ampiezza :)
Oppure, ma so che è in parte anche una tua tesi, va più forte allora migliora l'ampiezza... Che è diverso dal dire va più forte perché migliora l'ampiezza ImmagineImmagine
contemporaneamente é diminuita la frequenza aumentando la velocitá. quindi nel suo caso semplicemente con la corsa (causa) la tecnica da stranissima é diventata piú normale (effetto). il corpo inconsciamente sta trovando la miscela piú conveniente dei parametri meccanici.
Era esattamente quello che intendevo, più corro, meglio corro, ciononostante un po' di tecnica fatta bene senza esagerare, magari con qualcuno che ti guarda e ti corregge se fai sciocchezze, credo possa essere utile, senza aspettarsi miracoli certo.
Ripeto, almeno nel mio caso, è più un discorso di coordinazione motoria del gesto, la forza nelle gambe ce l'ho, mi manca la spinta del piede e della gamba posteriore che non estendo bene.
Adesso sto facendo qualche collinare e quando corro non al limite cerco di essere più composto, ma ci vuole tempo e gradualità, la prendo come un'altra sfida.
Al momento non avverto dolori e problemi vari(sgratt sgratt), poi se vedo peggioramenti tornerò sui miei passi.
5000m:17:57.7 (Pista Avellino 05/09/2021)
https://www.strava.com/athletes/67912448

NicolaRossi1
Promesse
Promesse
Messaggi: 1583
Iscritto il: dom 5 ago 2018, 9:17

Re: Palestra per la corsa.

Messaggio da NicolaRossi1 » ven 10 set 2021, 12:04

gaeshipag ha scritto:
gio 9 set 2021, 15:50
Mi sono incuriosito e sono andato a vedere i pam di un corto veloce di 5 km del 24 Marzo e li ho confrontati con i pam del 5000 di Domenica:
Corto Veloce 24/03: 206x1.23 ritmo 03:57
5000 in pista: 195x1.43 ritmo 03:35
Ora, sono diminuiti i pam di 11 ed è aumentata l'ampiezza di 20 cm, supponendo che questi numeri siano più o meno precisi, sembra che con il miglioramento della prestazione sia migliorata anche l'efficienza della falcata(che comunque è scarsa).
Speriamo che tra altri 5-6 mesi arrivo a 184x1.63 a ritmo 03:20 :hihihi:
Andrebbe confrontanto su ritmi identici però...

Comunque è probabile che essendo già iperfrequente (206) a 3:57, il corpo non potesse andare oltre in termini di aumento di frequenza (magari si, ma a discapito di perdita di economia?) e quindi abbia scelto di aumentare il ritmo percorrendo l'altra strada, quella dell'ampiezza.

Insomma, senza troppe fisme la tecnica si è "aggiustata" da sola e soprattutto la prestazione è migliorata.

Comunque è molto difficile trarre una conclusione. Io rimango del partito che la tecnica si aggiusti ida sola in base alla prestazione/leve/caratteristiche corporee e non viceversa.

Secondo me vale la pena cambiare tecnica solo quando si verificano questi due avvenimenti contemporaneamente:
- La tecnica è una causa non marginale di problemi fisici importanti
- Cambiando tecnica si verifica un immediato miglioramento dei sintomi.

Ad esempio non è raro che podisti con dolore alle ginocchia (bandelletta, sindrome femoro-rotulea, ecc...ecc..) stiano SUBITO meglio quando corrono scalzi.
Ecco, in questepersone, proporre una scarpa minimalista e tentare di spostare l'appoggio verso il meso-avanpiede potrebbe avere senso.
Se hai bisogno di informazioni per un infortunio relativo alla corsa qui trovi il mio sito: https://nicolarossift.com :thumleft:

Avatar utente
gaeshipag
Juniores
Juniores
Messaggi: 720
Iscritto il: mer 18 nov 2020, 9:22

Re: Palestra per la corsa.

Messaggio da gaeshipag » ven 10 set 2021, 12:46

NicolaRossi1 ha scritto:
ven 10 set 2021, 12:04
gaeshipag ha scritto:
gio 9 set 2021, 15:50
Mi sono incuriosito e sono andato a vedere i pam di un corto veloce di 5 km del 24 Marzo e li ho confrontati con i pam del 5000 di Domenica:
Corto Veloce 24/03: 206x1.23 ritmo 03:57
5000 in pista: 195x1.43 ritmo 03:35
Ora, sono diminuiti i pam di 11 ed è aumentata l'ampiezza di 20 cm, supponendo che questi numeri siano più o meno precisi, sembra che con il miglioramento della prestazione sia migliorata anche l'efficienza della falcata(che comunque è scarsa).
Speriamo che tra altri 5-6 mesi arrivo a 184x1.63 a ritmo 03:20 :hihihi:
Andrebbe confrontanto su ritmi identici però...

Comunque è probabile che essendo già iperfrequente (206) a 3:57, il corpo non potesse andare oltre in termini di aumento di frequenza (magari si, ma a discapito di perdita di economia?) e quindi abbia scelto di aumentare il ritmo percorrendo l'altra strada, quella dell'ampiezza.

Insomma, senza troppe fisme la tecnica si è "aggiustata" da sola e soprattutto la prestazione è migliorata.

Comunque è molto difficile trarre una conclusione. Io rimango del partito che la tecnica si aggiusti ida sola in base alla prestazione/leve/caratteristiche corporee e non viceversa.

Secondo me vale la pena cambiare tecnica solo quando si verificano questi due avvenimenti contemporaneamente:
- La tecnica è una causa non marginale di problemi fisici importanti
- Cambiando tecnica si verifica un immediato miglioramento dei sintomi.

Ad esempio non è raro che podisti con dolore alle ginocchia (bandelletta, sindrome femoro-rotulea, ecc...ecc..) stiano SUBITO meglio quando corrono scalzi.
Ecco, in questepersone, proporre una scarpa minimalista e tentare di spostare l'appoggio verso il meso-avanpiede potrebbe avere senso.
Concordo che la tecnica si sia aggiustata da sola, speriamo si aggiusti un altro po' :D
Sono andato a vedere un medio di 12 km non tiratissimo fatto l' 08 Agosto, in cui ho tenuto un ritmo simile al corto veloce di marzo:
191x1.32 ritmo 03:58
L'aumento di ampiezza e la riduzione della frequenza sono confermate, quindi credo che adesso sia più efficiente rispetto a 6 mesi fa, magari anche perchè sono migliorato aerobicamente.
Comunque, finchè si migliora non mi preoccupo più di tanto.
5000m:17:57.7 (Pista Avellino 05/09/2021)
https://www.strava.com/athletes/67912448

Avatar utente
salvassa
Top Runner
Top Runner
Messaggi: 5955
Iscritto il: gio 17 mar 2016, 20:50

Re: Palestra per la corsa.

Messaggio da salvassa » ven 10 set 2021, 14:09

Sei più forte di cui l'efficienza è uno dei (7? non mi ricordo che diceva Owen Anderson in running science) parametri per diventarlo


Ah proprio in running science è riportato uno studio che mostra come cambiare lo stile di corsa nel breve periodo porta a un peggioramento dell'efficienza (breve periodo = 6 settimane se ricordo bene).

Cosa possa succedere dopo non si sa. Magari dopo 1 anno l'efficienza migliora. Magari no, ma rimane un punto, seppur parziale, a favore della tesi che nel fondo si trova l'efficienza migliore semplicemente correndo (ai vari ritmi perché ovviamente l'efficienza non è "univoca")

PB: 5k 19'33 (passaggio test in pista 05/12/2020) 10k 39'42" (test in pista 05/12/2020) 21k 1h24'51" (Foligno 17/10/2021) 42k 3h24.43 (Berlino 2019)
Squat 145 Panca 100 Stacco 185

chippz
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 15386
Iscritto il: mer 11 feb 2015, 17:52

Re: Palestra per la corsa.

Messaggio da chippz » ven 10 set 2021, 15:15

Già.. ma anche Luc aveva fatto un articolo che mostrava che chi faceva tante andature/drills alla fine non migliorava di più di altri.
Basta vedere un po come corrono gli elite. C'è chi tallona, chi corre di avampiede pure le maratone, chi fa passi lunghissimi e chi di frequenza. E' forse uno dei pochi sport in cui l'efficienza non è sempre visiva.
Cioè, in palestra quelli forti anche visivamente danno il senso di essere forti (tranne magari gli strongman quando fanno gli strattoni, nel PL sarebbero tutti nulli ma lì è un altro tipo di competizione e comunque sollevano molto di più del classico amatore che si crede pro e fa uguale). Nella corsa non sempre è così.
1h26' / 37':40" / 17':39" / 10':22" / 5':06" / 4':44" / 3':00" / 2':16" / 1':00"
Watt: CP 319 / 20' 318 / 10' 344 / 5' 379 / 3' 423 / 2' 448 / 1' 549 / 30" 676 / max 1052

Rispondi