ANTROPOLOGIA

Parliamo d'altro
Avatar utente
L'Appiedato
Elite
Elite
Messaggi: 6134
Iscritto il: dom 8 mar 2015, 13:56

Re: ANTROPOLOGIA

Messaggio da L'Appiedato »

La scorsa settimana assieme ad altri due mi è arrivato questo libro:
"Amazzonia. L'impero dell'acqua 1500-1800" di Massimo Livio Bacci, edito da Il Mulino,
sulla storia della "conquista" di quelle terre da parte degli europei.
Non vedo l'ora di iniziarlo...ti dirò [ci vorrà un po' perchè ho iniziato questo ciclo di letture partendo da un altro libro piuttosto corposo]
" personaggio occulto, un massone, un beato paolo" (cit. Lucaliffo)
http://appiedato.blogspot.it/
lucaliffo
Elite
Elite
Messaggi: 25249
Iscritto il: mar 10 feb 2015, 15:10

Re: ANTROPOLOGIA

Messaggio da lucaliffo »

tieni presente che ancora oggi il 90% dell´amazzonia non é conquistato.
nel 1800 lo 0,1% era conquistato, giusto qualche luogo lungo i maggiori fiumi.
manaus fu fondata nel 1669.
allenatore, personal trainer

http://ilcorsarotraining.blogspot.com.br/
Avatar utente
L'Appiedato
Elite
Elite
Messaggi: 6134
Iscritto il: dom 8 mar 2015, 13:56

Re: ANTROPOLOGIA

Messaggio da L'Appiedato »

Il vero contraccolpo demografico gli idios del Rio delle Amazzoni lo hanno avuto nel '700,
fino a quel momento i portoghesi erano massicciamente presenti nel basso corso del fiume mentre nell'alto corso la presenza ispanica era molto più rarefatta perchè i collegamenti da Quito attraverso le Ande non erano per nulla agevoli.
Lo spopolamento lungo il fiume fu multifattoriale: malattie, eccidi e devastazioni, deportazioni in schiavitù, sconvolgimento e scompigliamento dei vari popoli che furono "mischiati" dai missionari nel tentativo di riunirli in "città" di nuova fondazione e che causarono la perdita delle identità e anche fughe verso il sertao e le zone più profonde della foresta, ovviamente meno raggiungibili dagli europei ma anche meno adatte a viverci
" personaggio occulto, un massone, un beato paolo" (cit. Lucaliffo)
http://appiedato.blogspot.it/
lucaliffo
Elite
Elite
Messaggi: 25249
Iscritto il: mar 10 feb 2015, 15:10

Re: ANTROPOLOGIA

Messaggio da lucaliffo »

per il rio amazonas é cosí perché lí gli indios vivevano lungo il fiume. quindi a una conquista di territorio irrisoria (come scrissi sopra) corrispose una devastazione dei popoli copiosa in quell´epoca.

ma il rio amazonas, benché grosso, é solo uno. la maggioranza del paese fu colonizzata molto piú tardi.
si pensi che nel 1920 il 90% dello stato di sao paulo, attualmente il piú popoloso e industrializzato, era foresta vergine e per andare dalla capitale al fiume paraná (500km) ci voleva un mese.
sempre nel 1920, stati para-amazzonici come acre, rondonia, nord del mato grosso, erano ancora impenetrati.
100 anni fa la popolazione era 1/7 della attuale e ci si spingeva all´avventura solo se e quando sorgevano nuove opportunitá economiche generalmente legate alla minerazione o a particolari prodotti agricoli.
allenatore, personal trainer

http://ilcorsarotraining.blogspot.com.br/
Avatar utente
L'Appiedato
Elite
Elite
Messaggi: 6134
Iscritto il: dom 8 mar 2015, 13:56

Re: ANTROPOLOGIA

Messaggio da L'Appiedato »

Sì sì.
Lo scienziato La Condanine a metà del '700 così si esprimeva sul carattere degli indios.
Praticamente la perfezione umanaImmagineImmagineImmagine

Inviato dal mio SM-A600FN utilizzando Tapatalk

" personaggio occulto, un massone, un beato paolo" (cit. Lucaliffo)
http://appiedato.blogspot.it/
Avatar utente
L'Appiedato
Elite
Elite
Messaggi: 6134
Iscritto il: dom 8 mar 2015, 13:56

Re: ANTROPOLOGIA

Messaggio da L'Appiedato »

Altra cosa...
È stato studiato un osso temporale neandertaliano proveniente da un sito spagnolo. Le caratteristiche anatomiche e le malformazioni fanno pensare che appartenesse ad un bambino di 6 anni con la sindrome di Down.
Il fatto che il bambino fosse sopravvissuto fino a quella età sarebbe la dimostrazione delle cure parentali tipiche anche di quella specie. Da 1 a 100 questa notizia mi stupisce 3. Tuttavia, l'infanticidio di individui "problematici" è una cosa presente anche tra i Sapiens, dico anche perché lo sarà stato anche presso altre specie umane, magari presso i Neanderthal stessi perché a monte è sempre un problema di risorse, la morale segue.
https://www.science.org/doi/10.1126/sciadv.adn9310

Inviato dal mio SM-A600FN utilizzando Tapatalk

" personaggio occulto, un massone, un beato paolo" (cit. Lucaliffo)
http://appiedato.blogspot.it/
lucaliffo
Elite
Elite
Messaggi: 25249
Iscritto il: mar 10 feb 2015, 15:10

Re: ANTROPOLOGIA

Messaggio da lucaliffo »

residui di quelle caratteristiche degli indios si intravedono ancora nei brasiliani, specie di classe economica bassa. derivano dal fatto che non avevano bisogno di aguzzare l´ingegno o darsi da fare per sfamarsi. lí non c´era freddo, gelo, deserti e carestie come in eurasia.

potrei elencarne altre di caratteristiche... mi sovviene ad esempio il SILENZIO. gente che non parla quasi mai e ha un´espressione del viso sempre uguale, impassibile. una meraviglia! le tipe cosí le definivamo "appena scese dall´albero" :) e per me era un complimento.
ci pensate che figata rimorchiare una cosí? un´approccio fatto di sguardi fissi, un paio di parole in mezz´ora poi la prendi per mano, te la porti a casa e ci scopi. poi la rivedi, si FANNO le cose, si cucina, si mangia, si lavano i piatti, si fa la doccia, si va in spiaggia, si nuota, si fa la spesa... ma NON SI PARLA.
il paradiso!!!
poi se tu vuoi per forza parlare vai a trovare gli amici e lei nulla da obiettare perché... non parla :)

eh no, non sto parlando di mute.
allenatore, personal trainer

http://ilcorsarotraining.blogspot.com.br/